Archivio tag: contemporary writing

Risorse Interiori, Dovremmo Pregare in Silenzio

Ci sono solo due modi di vivere la propria vita: uno come se niente fosse un miracolo; l’altro come se tutto fosse un miracolo. (Albert Einstein) – In principio eravamo tutti muratori. La Preghiera è SalvaMento. Serve a mettere ordine, chi non prega non conosce. Ultimamente l’appiattimento ha sminuito questo immenso dono fatto dall’Eterno al misero Uomo. Dovremmo Pregare in Silenzio, dentro la Parola si Rifugia il Sentiero che Riconduce alla Verità.

Il Giardino dentro il giardino Parco della Gentilezza 1mqdb Verde Urbano Sogno Sociale Villa Bellini Catania Visionaria

Nella sua grandezza il genio disdegna le strade battute da altri e cerca regioni ancora inesplorate. (Abraham Lincoln) – Il mio Unico Desiderio che quel parco diventi Alberato. Il Giardino dentro il giardino Parco della Gentilezza Sogno Sociale Villa Bellini Catania Visionaria / Non sono io a parlare con la Natura, ma è la Madre a suggerire iniziativa. (Casa Museo Sotto l’Etna)

Ogni persona ha un suo proprio colore, una tonalità la cui luce trapela appena appena lungo i contorni del corpo. Una specie di alone. Come nelle figure viste in controluce. (Haruki Murakami) – Introspezione, Giardino, Rifugio, Reazione, Realizzazione, Illuminazione, Risoluzione, Concentrazione, Ricostruzione, Contemplazione, Rigenerazione, Rosso Blu, Codici / William Tell Overture (Rossini)

Piccoli Soli d'Argilla Custodiscono Semi
Mia Algoritmi di Pace Cortile delle Nevi
fili abbracciati danzano al raccolto installazioni arte involontaria

Alle Tue Porte mi inchino per quello che era all’Origine. Non ho studiato arte, però quando ne sento parlare mi riconosco. / Piccoli Soli d’Argilla Custodiscono Semi, Mia Algoritmi di Pace Cortile delle Nevi, Fili abbracciati danzano al raccolto.

Cinquecento Preghiere

La linea di confine tra il cielo e il mare sembra essere svanita, C’è chi da lontano non aveva visto l’immensità d’acqua parlare con le nuvole, Nonostante riconoscesse tale magnificenza nei deserti e negli anfratti dove ancora germogliava spontanea la comunità. Che bene inestimabile il respiro in famiglia, il buon vicinato, il godere della luna e del silenzio del giorno, L’avere sempre in dono l’augurio prezioso nella sua semplicità, L’essere parte di una custodia universale, Essere porta di benvenuto, Sentore nell’accostare pensiero, Previdenza delle mura. Alta è la visione quanto la considerazione, umile e leale l’attesa, Un cucchiaino è la chiave per accedere al ricordo appena nato, Tutti in casa fanno riparo al centro, Espandendo preghiera, Sigillo fecondo di atmosfera. (Trapani Visionaria)

Trapani Visionaria Sicily needs love 26 La linea di confine tra il cielo e il mare sembra essere svanita
Trapani Visionaria Sicily needs love 27 C'è chi da lontano non aveva visto l'immensità d'acqua parlare con le nuvole
Trapani Visionaria Sicily needs love 28 nonostante riconoscesse tale magnificenza nei deserti e negli anfratti dove ancora germogliava spontanea la comunità
Trapani Visionaria Sicily needs love 29 che bene inestimabile il respiro in famiglia, il buon vicinato, il godere della luna e del silenzio del giorno
Trapani Visionaria Sicily needs love 30 l'avere sempre in dono l'augurio prezioso nella sua semplicità
Trapani Visionaria Sicily needs love 31 l'essere parte di una custodia universale
Trapani Visionaria Sicily needs love 32 essere porta di benvenuto
Trapani Visionaria Sicily needs love 33 sentore nell'accostare pensiero
Trapani Visionaria Sicily needs love 35 alta è la visione quanto la considerazione, umile e leale l'attesa
Trapani Visionaria Sicily needs love 34 previdenza delle mura
Trapani Visionaria Sicily needs love 36 un cucchiaino è la chiave per accedere al ricordo appena nato
Trapani Visionaria Sicily needs love 37 tutti in casa fanno riparo al centro
Trapani Visionaria Sicily needs love 38 espandendo preghiera
Trapani Visionaria Sicily needs love 39 sigillo fecondo di atmosfera

Spazio Limitato Tempo Occultato

Di corsa sempre di corsa, ogni tanto mi ricordo ma poi l’ora è tarda. Una visita spirituale, una preghiera silenziosa vorrei fare. – Modello, sistema, civiltà presente proiettata nel futuro, porte della disillusione. Ipocrisia a discapito della periferia, paradosso di un salotto che riceve nel disordine. Circonferenza del benessere travestita di apparenza. Fragile e sottile è la linea che non vede confine tra l’umano sentire e l’inumano pensiero. / Metropoli del Melograno, Mia Manager Corso Sicilia, Piccoli Soli d’Argilla Protezione delle Stelle, Viale XX Settembre, Via De Felice, Via Grotte Bianche. (Catania Visionaria)

catania visionaria fiera cuore pulsante metropoli del melograno formikepazze
Mia Super Manager Corso Sicilia Catania Visionaria Pastore Fonnese
piccoli soli d'argilla arte involontaria protezione delle stelle ricerca spirituale
spazio fluido catania visionaria viale xx settembre
palazzo mammana catania visionaria via defelice
Catania visionaria via grotte bianche formikepazze memoria

Il culto della leggerezza soffocherà il nostro secolo

Ibiscus, avevo un sogno da bambino, Mare Nostrum – L’arte deve suscitare emozione, far riflettere lo spettatore. Le più importanti imprese d’arte per lo più smarrite nei meandri dell’etere, a volte vengono alla luce a distanza di secoli. Veicoli di messaggi sottili, frammenti della linearità spazio temporale. Arte, una vita ai confini della magia, quello che si scorge è solo un margine di quello che risiede. Si nasce artisti quando lo si diventa, le voci come gli odori echeggiano nella solitudine dei numeri che non cercano comprensione, divengono azione. Unico mondo possibile al cambiamento, la memoria diviene centro, il suono compagno di viaggio.

ibiscus avevo un sogno da bambino 1mqdb
mare nostrum sicily contemporary artist cortile delle nevi arte involontaria

Il Giardino dentro il giardino, Sogno Immaginario, Società Lucida, Invisibilità del Suono

Amore puro libero da condizionamenti sociali, Maestria del sentimento, Essenza del profumo, Alito del primo respiro. Incontaminati, osservatori di un mondo che si velocizza senza prendere nota. Batticuore sente l’annunciazione del canto di primavera. Lei lui e il cielo che li custodisce. Villa Bellini, Catania Visionaria

vincenzo bellini on vision il giardino dentro il giardino 1mqdb catania visionaria
fragranza di una rosa 1mqdb il giardino dentro il giardino villa bellini catania visionaria
scale delle rose il giardino dentro il giardino 1mqdb villa bellini catania visionaria
manifesto di frontiera catania visionaria il giardino dentro il giardino villa bellini
1mqdb catania visionaria il giardino dentro il giardino villa bellini

Temperature in costante aumento, il canto dei gabbiani è termometro di una società alla deriva. Dovremmo piantare alberi, dare voce ai popoli rifugiati, riscattare i terreni abbandonati, preservare il futuro. Un gatto è appena morto dinanzi la pretura, aveva sete. Le macchine a breve cesseranno di funzionare, quel posteggio che occupa la piazza è fuori luogo, quei concerti che si tuffano nel mediterraneo sono l’illusione di un mondo poco spontaneo. Restano pochi a credere nel sogno. Amaro è il nettare del risveglio, carta stampata per elogiare la scalata. Finirà questa commedia all’improvviso. Il Parco Ritrovato, Piazza Giovanni Verga

1mqdb il giardino dentro il giardino villa bellini catania visionaria
il giardino dentro il giardino imprints of peace respect planet 1mqdb villa bellini
onore alle palme 1mqdb catania visionaria il giardino dentro il giardino villa bellini
catania visionaria provvidenza della parola basilica del carmine

Ci siederemo e con matita e candela tracceremo nuove rotte. (Basilica del Carmelo)

Porta dell’infanzia

Cortile delle Nevi, Piazza Abramo Lincoln, Corso Italia – Il vento racconta, la luce si sente. Una molletta è stata soccorsa in salvataggio, il Luccichio Riscattato e riposto dentro una cupola. Aprire la porta, non accomodarsi ma mettersi al servizio è cosa assai rara. Nell’Anima che inizia ricordare, c’è il peso dell’amore perduto, del tempo svanito in un flash come uno sbadiglio. Adoravo viaggiare in sella al Velosolex, orgoglio di Zio Tito, li porto entrambi dentro il cuore.

cortile delle nevi artista visionario sicilia installazioni arte involontaria claudio arezzo di trifiletti
claudio arezzo di trifiletti cortile delle nevi contemporary art in sicily
piazza abramo lincoln 1mqdb verde urbano catania visionaria restituire ossigeno alle radici
umanizzazione comunità 1mqdb catania visionaria corso italia platani verde urbano

the flights of numbers

isola lachea aci trezza
isola lachea aci trezza

Mi manca la brezza di quell’isola che nulla domanda, danza nel vento nella fortezza, gradino su gradino la bellezza si erge su antico sentimento. Un mondo a colori, difficile a volte spiegare i voli dei numeri. Tornato dallo spazio ha detto: Stiamo preparando il futuro ai nostri figli. Credo che Madre Terra sia una tra le più belle stelle della galassia. Gente inesorabilmente stupida ma ricca si permette ancora di mettere in pericolo il futuro in questa terra.

ink blots

Siamo come macchie d’inchiostro nelle pieghe della vita. Sporchiamo i muri delle città, togliamo via le foglie dai rami, prosciughiamo l’acqua dai pozzi e urliamo contro il cielo per la siccità delle nostre anime.

catania metropoli del melograno

Impariamo a comprendere che il dare germoglia frutti, che il rispetto ci regala sospiri e che siamo ospiti di una terra dalla quale abbiamo già ricevuto. Il tempo, bene prezioso, scorre via nelle clessidre delle nostre vite, piccoli granelli di sabbia che contano in un banale istante di egoismi. Ascoltare dal silenzio per riscrivere la nostra storia. (Cristina Cocuzza)

lighthouses of the world

Anche se i fari dovessero spegnersi non legittimare il terrore. Assecondare le linee guida porta consenso, comprensione, gratificazione. La vita vince su tutto.

Anche se i fari dovessero spegnersi non legittimare il terrore. Assecondare le linee guida porta consenso, comprensione, gratificazione. La vita vince su tutto.

free expression

Come tanti soldatini, tutti in riga a prendere le monetine. Politici, illustri cittadini inchinati difronte le spine. Social, regno indiscusso del generico, individua malesseri approssimativi detenendo lo scettro dell’equivoco. Quanta frustrazione in questa rete, sembrava tutto nascere per comunicazione, invece si è trasformato in divulgazione della confusione. Ascolto le onde del mare, quanta forza scandisce la risurrezione, siamo sabbia in riva al deserto, il miraggio resta un messaggio. Acrylic 9/10 cm.