Archivio tag: PLaya

humanity

shalom playa catania imprints of peace
cerchi d'oro piazza giovanni verga mia shalom

Alla playa ci sono gabbiani spiaggiati, ho telefonato a tutte le associazioni, enti e polpette varie, niente. Shalom vivrà con Mia fin quando non riprende forze. Ieri il tempo non è stato clemente, il genere umano è troppo centrato su se stesso, sfugge che ci sono molti animali in difficoltà. Bisogna organizzarsi per dare soccorso. Spiaggiati, che si ritrovano senza risorse per autogestirsi, senza energie a sufficienza per potersi muovere da dove risiedono.

energia del mare flusso delle onde
arte involontaria oceano di sicilia
visionary sicily artist playa catania
playa formikepazze
rispetto natura riserva della playa catania
Dove era Vigna. Museo dello Spazio Oasi della Playa. Ambasciata Planetaria Rispetto Pianeta.
Santo Patrono della Playa
museo della spazio e del mare playa catania
nuvole playa catania
Mia Playa Catania Amasciatrice Planetaria
playa catania vibrant world

While the earth gravitates to heave

Prima parchi e panchine, inutile avere strade nella desolazione. Nessuna distrazione dalla realtà.
Mentre la terra gravita in cielo.

La “sapienza analfabeta”, come la chiamerebbe il grande gesuita, antropologo, Marcel Jousse (La sapienza analfabeta del bambino, Libreria Editrice Fiorentina 2011, ma il testo originale è databile all’incirca alla seconda guerra mondiale), espressa dal suono prodotto dai campanacci indossati dai “pii bovi”, così li avrebbe chiamati l’altrettanto grande poeta Giosuè Carducci, che a loro dedicò un componimento dal titolo “Il bove”, rappresenta parimenti un’arte inconsapevole… o “involontaria”… in tali condizioni queste immagini e i suoni prodotti hanno un ruolo terapeutico su di noi, alla stessa stregua di un “pharmakon”, come direbbero gli antichi filosofi, capace di agire sul “soma”, corpo, e sulla “psyche”, anima, capace, come direbbe il sommo Platone in “Timeo” (47d-e), di riordinare il giro interiore dell’anima, qualora si fosse disordinato, e renderlo conforme a sé stesso. (Maurizio Militello)

Prima parchi e panchine, inutile avere strade nella desolazione. Nessuna distrazione dalla realtà.
Prima parchi e panchine, inutile avere strade nella desolazione. Nessuna distrazione dalla realtà.

Respect the ocean

claudio arezzo di trifiletti
imprints of peace
arte involontaria

Illustrazioni di un soggiorno sulla terra. Dovremmo tutti cooperare per la costruzione di un mondo più vivibile, l’umanità è affamata di realizzazione. Utilizzare, detesto lo sfruttare.

rispetta l'oceano

Presidente Mia, Bud, scusate, ma perché devo fare finta di stare bene in mezzo a persone che sopravvivono di miserie? Perché diventa così difficile per certuni accettare la diversità? Sarà la nevrosi dei lavori sotto casa, mi manca il silenzio della quiete, purtroppo credo che questa manovra progettuale abbia dato alibi a quanti ancora oggi non hanno compreso il passaggio. Tutti abbiamo il cuore in sussulto, ma pochi riconoscono quello che realmente sta avvenendo. Conosco, riconosco l’alito dei boschi notturni, il suono quando tutto è in armonia. Mi piace la luce del fuoco, resterei incantato per ore a fissare lì, tutto è luce, si riempie da una fessura.

presidente mia
respect planet
playa catania