Archivio della categoria: Port of Catania

I Tre Punti. Punto Secondo: La Verità è la Culla della Civiltà

Ogni uomo è colpevole di tutto il bene che non ha fatto. (Voltaire) – La verità di coloro che mentono non ha valore, per quanto la vanità li convinca del giusto affare, nel tempo sprofonda la cornice. La lealtà verso il prossimo, la conseguenza della realtà, l’essere stato un buon giardiniere. (Cortile delle Nevi)

1 I tre punti punto secondo mural art cortile delle nevi la verità è la culla della civiltà
2 I tre punti punto secondo mural art cortile delle nevi la verità è la culla della civiltà
3 I tre punti punto secondo mural art cortile delle nevi la verità è la culla della civiltà
4 I tre punti punto secondo mural art cortile delle nevi la verità è la culla della civiltà

È necessario unirsi, non per stare uniti, ma per fare qualcosa insieme. (Goethe) – I Tre Pesci e il Pulitore

Arte involontaria, arte del cosmo

Ricorda la tua connessione con il cosmo. Ricorda la tua connessione con l’infinito e quel ricordo ti darà la libertà. (Amit Ray) – Tutto in natura ha una forma, l’insieme dell’infinitesimo movimento astrale uniforma tutte le forme. Un fiume, una montagna, il tutto è in continua mutazione, costante percettibile e impercettibile vibrazione dell’universo. / Piccoli Soli di Argilla @Risorse del Seme (Albicocche e Prugne) – Sfere, Argilla Cruda Custodisce – Pietra Gioiello.

arte involontaria risorse del seme piccoli soli di argilla
arte involontaria risorse del seme piccoli soli di argilla cortile delle nevi
Sfere, Argilla Cruda Custodisce arte involontaria
pietra gioiello cortile delle nevi arte involontaria

Port of Catania

Forse troppe le immagini che mi hanno ispirato, nella visione di portare al termine un mio lavoro sopra una cascia (cubo di cemento). Sono immagini che scorrono, come gira una ruota, silenziosamente come le onde non si fermano, legate agli elementi, al respiro che incontra il vento, tra stelle, albe, tramonti, quante condivisioni, quanti trionfi e quanti pentimenti, che nel mio piccolo, faccio del mondo, dell’universo che si rispecchia in noi misere creature, abitanti di questo splendido pianeta, che giorno dopo giorno, nostro malgrado a volte ignoriamo. Dovremmo essergli grati, una gratitudine che dovrebbe renderci felici, ricchi di esserci. Ispirato dalle piccole cose, dai piccoli gesti, non desidero invadere niente, desidero compiere un gesto comune, banale, non desidero amplificare nulla, che non sia il mio profondo desiderio di dare amore, perché nell’amore rispolveri il coraggio, ritrovi la forza che serve al paese, alla comunità. Per questo motivo desidero esprimere quanta più luce, passione del cielo, profumo delle montagne, maternità del mare, accoglienza della terra, condivisione di un pensiero di passaggio.

Lettera al Porto di Catania

Lettera al Porto